Le 4 certificazioni indispensabili per installare trasformatori elettrici in Europa e nel mondo

Le 4 certificazioni indispensabili per installare trasformatori elettrici in Europa e nel mondo

New CTA ha conseguito le principali certificazioni di sistema e di prodotto necessarie ad espletare il proprio lavoro in Italia e all’estero, a sostegno della sua professionalità e affidabilità. Le certificazioni sono un biglietto da visita per l’azienda che le consegue, ma anche un modo per affacciarsi sui mercati internazionali, che si affidano esclusivamente ad aziende i cui prodotti sono stati progettati e realizzati secondo standard di sicurezza e qualità riconosciuti a livello europeo e internazionale.

1. Certificazione ISO:9001

New CTA ha ottenuto la certificazione del sistema di qualità aziendale ISO:9000, cioè un ente certificatore indipendente ha constatato che il sistema aziendale, le procedure di management e i processi alla base dei servizi erogati rispondono alle norme ISO:9000. La certificazione è sottoposta a revisione ogni tre anni e controllata ogni anno direttamente da ispettori, del CSQ, in sede.

2. Certificazione KEMA ed ENEC

Trasformatori elettrici in fase di produzione.

La certificazione Kema – Keuring Electrotechnisch Materieel Arnhem – attesta la conformità alle norme europee di sicurezza dei prodotti, nel nostro caso dei trasformatori. La conformità viene certificata innanzitutto da una verifica documentale e in seguito attraverso prove di laboratorio effettuate sui campioni, verifica del luogo di produzione e riesami periodici. Nello specifico New CTA ha conseguito la certificazione Enec – European Norm Electrical Certification – contrassegno di certificazione europeo per i prodotti elettrici che dà accesso ai mercati dell’Unione Europea, riconosciuto dalle autorità nazionali come sostituto dei marchi locali.

3. Certificazione SASO Arabia Saudita

Nell’ambito del export dei propri prodotti nel Regno dell’Arabia Saudita, la New CTA ha richiesto ed ottenuto la certificazione SASO. Questa certificazione è essenziale al fine di poter introdurre i prodotti nel mercato saudita, la stessa prevede un iter, suddiviso in più steps:

  1. Verifica documentale, progettuale e del sistema di qualità aziendale;
  2. Ispezione nei luoghi di lavoro per verifica effettiva delle capacità dichiarate (strumentazioni, macchinari, ecc.);
  3. Verifica dei prodotti.

Questa certificazione richiede un rinnovo annuale, e viene rilasciata da un ente terzo, una società di certificazione designata dai Sauditi per verificare che la merce esportata nel paese abbia i requisiti tecnici di struttura, sia conforme alle normative elettriche e rispetti la cultura religiosa del paese. Il SASO rilasciato da SGS è una certificazione necessaria per esportare prodotti in Arabia Saudita e per installarli.

4. Certificazione in ambito navale

Ci sono , inoltre, alcune certificazioni che vengono richieste dal committente nel caso in cui i prodotti debbano essere installati su di una nave. Tutte le navi sono sottoposte al controllo di un ente certificatore, in Italia è generalmente usato il R.I.NA. Tutti i prodotti, anche quelli sostituiti devono essere sottoposti a certificazione di questo ente, il quale, vista anche la particolarità e l’ambiente in cui opera, effettua delle ispezioni molto accurate.

La New CTA ha progettato ed installato diversi trasformatori ad hoc per l’uso navale. In questo caso, l’azienda ha richiesto la certificazione per ogni singolo prodotto all’ente designato. In questo caso, il RINA segue una procedura molto complessa e articolata prima di certificare un prodotto, inoltre la certificazione è valevole per il singolo prodotto. In pratica, ogni trasformatore realizzato riceve la sua personale approvazione all’installazione, non estendibile ad altri trasformatori pur identici.

POST YOUR COMMENT

Your email address will not be published.